logo
_MG_7285-2

Coas’è il Coaching Aziendale.

Il Coaching Aziendale è un metodo di sviluppo fondato sulla scoperta, l’utilizzo e la valorizzazione delle potenzialità attraverso un’attività che mira a coniugare il paradigma della produttività con il benessere individuale della persona.

La caratteristica principale del Coaching è quella di “non” offrire soluzioni preconfezionate, ma programmi condivisi e co-costruiti capaci di sostenere e accompagnare l’Azienda (partendo dagli “attori” che operano in essa) verso un cambiamento produttivo e motivante.

 

A chi si rivolge

La maggior parte delle aziende italiane si trovano, in questa epoca davvero dura, ad affrontare una serie di pressioni esterne (provenienti dai mercati, dai competitor, da politiche commerciali aggressive, ecc.) e interne (la qualità delle relazioni, della comunicazione, il sentimento di pessimismo e incertezza, ecc.) che trovano nel Coaching una solida metodologia di supporto e miglioramento.

Il Coaching è un intervento richiesto da Aziende e Organizzazioni che,
nell’esecuzione della loro funzione strategica e operativa, incontrano problemi di diversa natura.

 

A cosa serve

Un percorso di Coaching facilita l’autorealizzazione massimizzando le risorse di cui si dispone. Nello specifico un percorso di Coaching permette di:

• Migliorare le performance e fissare obiettivi sfidanti;
• Definire un accurato piano d’azione;
• Ridurre le fonti di conflitto e di stress;
• Migliorare il grado di attivazione e motivazione;
• Aumentare la produttività e la competitività dell’azienda;
• Sviluppare il senso di autoefficacia;
• Aumentare il senso di fiducia nelle proprie risorse;
• Mettere in equilibrio la vita professionale e quella privata.

 

Lo scopo del Coaching

Uno dei principali obiettivi del Coaching Aziendale, infatti, è di mantenere in equilibrio il conseguimento di un solido profitto, con la realizzazione e lo sviluppo della persona, all’interno di un quadro caratterizzato da emozioni positive, ottimismo, rispetto e piacere di condividere progetti orientati al successo.

Il fine ultimo del Coaching, per inquadrare ancora meglio il metodo, è accompagnare un Cliente lungo un percorso creativo di sviluppo governato da felicità ed emozioni positive, dove lo scopo conclusivo è percorrere autonomamente la strada migliore per raggiungere la propria meta e la propria autorealizzazione.

 

Come nasce il Coaching

Il Coaching nasce negli stati Uniti e trova la sua prima applicazione nel mondo dello sport. li passaggio dal mondo dello sport a quello delle organizzazioni lo dobbiamo ad un pedagogista (e maestro di Tennis) Timothy Gallwey, uno dei primi a dimostrare l’utilità e l’applicabilità del Coaching in altri campi diversi da quello sportivo.

 

Il Coaching aziendale oggi.

Le aziende si trovano, inaspettatamente, a dover fronteggiare una dimensione complessa costituita prevalentemente da situazioni che fino ad oggi non appartenevano al mondo aziendale, ci riferiamo alle emozioni, ai sentimenti e ad alcuni specifici stati d’animo come il vivere l’insicurezza, l’ansia, l’incertezza e lo stato di conflitto.
Qualsiasi sistema governato da incertezza tende a perdere di vista gli obiettivi, la mission e l’operatività perché turbata da dinamiche relazionali, emozionali e comportamentali, di natura conscia e inconscia.

È proprio all’interno di questo quadro, dove è difficile trovare risposte efficaci ed efficienti, che entra in campo il Coaching che metodo per perseguire obiettivi specifici:

• Il miglioramento della persona e il conseguente miglioramento delle performance l’utilizzo di tutte le potenzialità (personali e aziendali)
• Il cambiamento positivo sia sotto un punto di vista produttivo che della qualità del clima e delle relazioni
• Il raggiungimento di obiettivi particolarmente sfidanti
• Attraverso la formazione di Coach Interni (Internal Coach)

Nel mondo aziendale il Coaching ha avuto una grande diffusione e ormai viene utilizzato come metodo particolarmente efficace per gestire:

• Acquisizioni, ristrutturazioni e fusioni aziendali;
• Motivazione del personale
• Passaggi generazionali;
• Delega delle responsabilità
• Problem solving
• Team building/team working
• Evoluzioni e cambiamenti di tipo organizzativo;
• Integrazioni relazionali e di funzionamento tra le funzioni e le varie aree aziendali

 

“Il raggiungimento di obiettivi, la misurabilità dell’intervento e dei risultati, fanno del Coaching uno strumento efficacissimo per intraprendere programmi di sviluppo aziendali.”

 

Principali forme di Coaching e ambiti di applicazione

Oggi sul mercato esistono tante tipologie di Coaching che si distinguono essenzialmente secondo due parametri:

• Il contesto in cui il Coaching viene utilizzato
• Il numero di persone con cui il Coach si relaziona

 

Business Coaching

In termini generici è il Coaching che si rivolge a Imprenditori, Professionisti e Aziende. si concentra su alcune specifiche aree di intervento come ad esempio: la costruzione di un’identità professionale (o aziendale), il rilancio del business, l’uscita da uno stato di impasse, lo sviluppo competitivo dell’azienda.

 

Corporate Coaching

È stato il primo ambito di utilizzo del Coaching in Italia. È stato importato osservando l ·esempio delle grandi multinazionali americane. In questa forma il Coach lavora a stretto contatto con il gruppo dirigente della cosiddetta area “Corporale”, integrando Coaching individuale e Team Coaching. L’intervento di Corporale Coaching si concentra sull’aumento della produttività, sulla fidelizzazione dei collaboratori, sul/’ottimizzazione della comunicazione, sulla gestione del cambiamento e sullo sviluppo/miglioramento dei processi organizzativi. La relazione di Coaching è caratterizzata da sessioni di Coaching one-to-one e di Team Coaching.

 

 Executive Coaching

È il Coaching riservato al top management (i cosiddetti “executive “) nello svolgimento del proprio ruolo e della propria funzione aziendale. L’executive Coaching riserva la propria attenzione sulle fimzioni tipiche di questo genere di professionisti: una leadership più consapevole ed efficace, una migliore gestione del tempo e dello stress, una migliore capacità di delega. Si concentra sull’efficacia personale, sulle aspirazioni personali e di carriera.

 

 Career Coaching

È il Coaching finalizzato allo sviluppo della carriera e della concretizzazione dei desideri. È particolarmente indicato per gestire i momenti di transizione e di cambiamento legati, per esempio, a start-up aziendali, ristrutturazioni o alla perdita del lavoro. Si concentra sul cambiamento, sullo sviluppare competenze legate ad un nuovo ruolo da ricoprire e sulla difficoltà di affrontare nuove sfide imprenditoriali. Si concentra sulle scelte professionali, sull’orientamento progettuale, sul self marketing e sulla ricerca attiva del lavoro.

 

 Coaching Organizzativo

È il Business Coaching rivolto più in generale ad un contesto organizzativo che può essere una scuola, un’associazione di categoria, un Ente no profit, un ospedale, ecc. L’intervento consente all’organizzazione di individuare o fare chiarezza sulle mete future, di tradurle in obiettivi concreti. Si concentra in termini caratterizzanti sulla cultura d’impresa, sui cambiamenti e sulle risorse. Le principali aree di intervento sono rappresentate dalla creazione di uno spirito di squadra, dalla produttività, dal miglioramento della comunicazione e della relazione.

 

 Team Coaching

Il Coach Professionista interviene in un gruppo come facilitatore per coordinare obiettivi misurabili e tempi specifici. L’intervento di Coaching mette in condizione i singoli membri del team di maturare una visione comune attraverso la valorizzazione delle singole conoscenze e competenze. L’intervento di Team Coaching consente di operare rispettando la propria unicità rafforzando l ‘autoefficacia e l’autonomia.

La progettazione di un “Processo di Coaching” si articola nelle seguenti fasi:
1. Raccolta, comprensione e definizione delle esigenze del Cliente;
2. Illustrazione delle caratteristiche e finalità del Coaching;
3. Analisi di fattibilità;
4. Definizione del progetto.

Le esigenze più comuni che trovano risposta nella metodologia del Coaching
• Assunzione nuovo ruolo;
• Richiesta di cambiamento comportamentale;
• Sviluppo di competenze specifiche;
• Preparazione alla gestione di altre persone;
• Criticità di relazione;
• Miglioramento delle prestazioni;
• Fasi di cambiamento in generale;
• Crescita personale/professionale;
• Equilibrio tra lavoro e vita personale.

Copyright @2018 Il Passo Successivo. Tutti i diritti sono riservati a Antonio Caporaso Coach
it_ITItalian
it_ITItalian